Close
  • Tell.JPG

Tell

20 novembre 2019
Sala Teatro, LAC Lugano Arte e Cultura, Lugano

Orario

20:30

LuganoInScena 2019
di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis. Tell par­la di noi, cit­ta­di­ni sviz­ze­ri del Ter­zo mil­len­nio in un mon­do glo­ba­liz­za­to, con i toni di­ver­ten­ti di una com­me­dia ric­ca di col­pi di sce­na, dove nul­la è quel­lo che sem­bra fino a una par­ti­co­la­re resa dei con­ti.

Le ossa di Guglielmo Tell sono state ritrovate. Appena finite le celebrazioni però sono scomparse. All’aeroporto internazionale Wilhelm Tell tre persone sono recluse in una stanza.

Stanno per essere interrogate. Con loro un addetto alle pulizie. Qualche ora prima, mentre trasportava le valigie nella stiva di un aereo diretto a Istanbul, si è ribaltato un camioncino.

Tre valigie si sono aperte svelando il contenuto: delle ossa umane.

Uno dei tre sospettati le stava trasportando. Chi sarà? Le indagini sono affidate a una donna commissario, che ha partorito da poco. Insieme alle ossa sono stati trovati 50 passaporti svizzeri con nomi arabi e dei piani con la scritta CERN. Risulta presto evidente che tutti hanno qualcosa da nascondere e che nessuno è quello che appare.

Dopo Prossima fermata Bellinzona (2015) e Kubi (2017) il Teatro Sociale Bellinzona continua la sua indagine con Flavio Stroppini e Monica De Benedictis sui temi legati al territorio e all’identità. Per raccontare la quotidianità non si può non affrontare il condizionamento che subiscono le nostre esistenze in un quotidiano in cui il patriottismo diventa ben presto nazionalismo. La reazione è la ricerca di slogan o gesti clamorosi invece di una riflessione sulle ragioni profonde che ci hanno portati a questo punto.

Scheda informativa

Prezzi entrata

Biglietti

Prevendita
Biglietteria LAC online
Biglietteria LAC, Piazza Bernardino Luini 6, 6900 Lugano +41 58 866 42 22
Disclaimer

Le informazioni di questo sito, riguardanti i servizi o i prodotti sono fornite da partner esterni. Queste informazioni sono soggette a cambiamenti frequenti, per questo motivo Lugano Region non si ritiene responsabile per eventuali inesattezze.

  1. Organizzazione