Close
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Luganoregion 01
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Luganoregion 02
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Luganoregion 03
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Luganoregion 04
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Luganoregion 05
  • Mostra 2022 Da Morcote A Costantinopoli Copy Francesco Padovani Hypnostudio Luganoregion 06

Da Morcote a Constantinopoli. I Fratelli Fossati al servizio del Sultano

19 giugno - 07 ottobre 2022
Casa Araba Parco Scherrer, Morcote
Riva di Pilastri 20

La mostra “Da Morcote a Constantinopoli. I Fratelli Fossati al servizio del sultano” promossa e patrocinata dal Comune di Morcote.

L’esposizione, per la prima volta a Morcote, ha lo scopo di far rivivere l’opera dei i due fratelli architetti morcotesi Gaspare e Giuseppe Fossati - vissuti nel XIX secolo e divenuti celebri in tutto il mondo per il restauro alla moschea di Santa Sofia a Costantinopoli (1847- 49) - attraverso una ristampa di 12 litografie tratte dall’album pittorico di Gaspare, «Aya Sofia Constantinople: As Recently restored by order of H.M. The Sultan Abdul Medjid», commissionato dal sultano Abdul Medjid (1839 60) e pubblicato a Londra nel 1852 dalla Tipografia Colnaghi. Lo scopo era quello di dare massima diffusione al restauro della moschea di Santa Sofia, svolto da Gaspare e Giuseppe tra il 1847 e il 1849. 

L’allestimento è curato e progettato dalla Municipale per la Cultura di Morcote Caterina Hörtig in collaborazione con l’arch. Nicolas Polli e l'arch. Sayako Hirakimoto. 

I testi sono a cura della Prof.ssa Daniela Mondini, assistita dall’Accademia di Architettura di Mendrisio e da Silvia Calvi, allieva del Master in storia dell’arte e dell’architettura (MSTAA) e stagista presso in Comune di Morcote. Grafica a cura di Alberto Canepa.

Disclaimer

Le informazioni di questo sito, riguardanti i servizi o i prodotti sono fornite da partner esterni. Queste informazioni sono soggette a cambiamenti frequenti, per questo motivo Lugano Region non si ritiene responsabile per eventuali inesattezze. Vista la situazione pandemica legata al COVID-19 in continuo cambiamento suggeriamo di verificare eventuali limitazioni dell'attività direttamente con i contatti indicati.

  1. Organizzazione